Noi con Massimo… un anno di forti emozioni

Aprile 2016 – Murales a Olgiate Molgora (LC)

10 giugno 2016 – Gita a Balbianello, sul lago di Como, con i nostri alunni di quinta. Giornata splendida, lago calmo e rilassante e loro, i nostri alunni, che ridono, si divertono, corrono, giocano. Si festeggia la fine della scuola e tra di loro c’è chi festeggia due volte:  Massimo. bentornato massimoPer lui oggi  è un giorno speciale perché esattamente un anno fa gli era stato comunicato che aveva la leucemia. Il 10 giugno 2015 per la sua famiglia è stato il giorno dello smarrimento, della paura e il futuro era  come annebbiato da un brutto sogno.

Noi insegnanti quando abbiamo appreso questa notizia non sapevamo che dire, quali parole trovare per dare coraggio a una mamma che si trovava ad affrontare una prova così difficile. Eravamo imbarazzate e disorientate, impotenti, ma subito dopo è partita la gara di solidarietà di compagni, famiglie, parrocchia e ognuno ha voluto fortemente fare la sua parte. Noi insegniamo, questo sappiamo fare, e andando a casa sua a tenere le lezioni abbiamo voluto essergli vicino con la scusa della scuola a domicilio. Ci accoglievano sempre sorridenti Massimo e la mamma, anche se erano stati tutto il giorno tra medici e malati all’ospedale, erano pronti a lavorare, anche se l’impegno costava tanta fatica e avrebbero preferito starsene immobili per tutto il giorno. E tutte le volte che uscivamo da quella casa calda e accogliente pensavamo: caspita, che forza!

24 novembre 2015 – Dal Planetario di Lecco – collegamento via Skype con Massimo

24 novembre 2015 – Dal Planetario di Lecco – collegamento via Skype con Massimo

Nella nostra classe quinta C ci sono alunni molto diversi per carattere, volontà, esperienze, ma tutti, chi più chi meno, si sono fatti sentire in questi mesi di assenza di Massimo da scuola… chi  lo cercava via Internet, chi preparava bigliettini, chi telefonava, chi faceva disegni, chi diceva una preghiera. E così i mesi sono passati, le cure hanno funzionato e a marzo il giorno del ritorno a scuola è finalmente arrivato. Anche stavolta noi insegnanti, emozionati ed impacciati, lo abbiamo accolto con poche parole. Non esageriamo con i festeggiamenti abbiamo detto, tutto deve rientrare nella quotidianità, la vita di Massimo e della sua famiglia deve ritornare normale.

massimoEd eccoci arrivati alla giornata di oggi: Massimo è lì tra tutti gli altri, si distingue da loro solo per il cappellino che ancora non si decide a mollare, ma come gli altri ride, timidamente bagna i piedi nelle acque limpide del lago, si gusta un bel gelato, scatta foto, si siede stanco sul treno e tutti noi, senza parlare, pensiamo: BENTORNATO MASSIMO.

UN ABBRACCIO FORTISSIMO.

GLI INSEGNANTI DELLA QUINTA C

Sara/ Marina/ Emanuela/ Dorina
Giovanni/ Angela

 

Medaglia della pace a tutti i campioni di quinta C

Medaglia della pace a tutti i campioni di quinta C